0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Gustando il Borgo è un Festival Internazionale di Artisti di Strada che si snoda per le vie del suggestivo borgo medievale, una fusione tra la tradizione locale e le culture straniere più disparate per la riscoperta della Gioiosa nascosta, con spettacoli di strada di livello internazionale e percorsi per la valorizzazione dei prodotti tipici calabresi. Il notevole interesse storico ed artistico della città, le bellezze paesaggistiche e naturalistiche del territorio che la circonda, assieme alle tradizioni artigianali, costituiscono un importante fattore di attrattività turistica per la Locride e per l’intera regione. La città conserva un rilevante patrimonio storico e culturale fatto anche di tradizioni che, se non adeguatamente conservate e valorizzate, rischiano di essere abbandonate e dimenticate. L’evento vuole rispondere al bisogno di accrescere l’attrattività turistica del territorio di Gioiosa, coniugando il patrimonio culturale ed identitario con l’arte dello spettacolo.

10641173_847646708579050_5725599386005044772_n

La manifestazione rappresenta ormai uno degli appuntamenti più attesi dell’estate della costa dei gelsomini e dell’intera regione, coinvolgendo diverse migliaia di turisti che ogni anno affollano le caratteristiche vie del centro storico, affascinati dalla magia e dagli antichi balocchi.

542346_486929701317421_201491605_n

Dalla scorsa edizione, Gustando il Borgo, con la collaborazione di Legambiente, ha intrapreso un progetto per la sensibilizzazione al tema della raccolta differenziata dei rifiuti e della tutela ambientale che si concretizza lungo il percorso del Festival per mezzo di iniziative mirate.

1441575_690449694298753_136723661_n

 

La manifestazione prevede, accanto all’esibizione di artisti di strada di fama internazionale lungo le vie e nelle piazze del borgo medievale, l’apertura di cantine (catoji) e l’allestimento negli antichi palazzi della città di tavoli di degustazione dei prodotti tipici locali: ogni cittadino sarà invitato ad aprire ed allestire le proprie cantine o gli atri del proprio palazzo lungo il percorso del Festival, al fine di consentire al pubblico di scoprire particolari inediti della città. Oltre alla degustazione di prodotti tipici enogastronomici, è previsto un percorso per la riscoperta dei prodotti dell’artigianato tradizionale.

L’evento mantiene la ferma idea della valorizzazione di alcuni spazi di interesse storico, artistico ed architettonico:

  • Piazza Plebiscito, il salotto di Gioiosa, dominata dal caratteristico Palco di Ferro ad uso bandistico, bellissimo esempio di stile Liberty e dalla monumentale fontana borbonica (fatta costruire dal re Ferdinando I, datata 1822), sarà il luogo dedicato al circo di strada con spettacoli di diversa natura.
  • Piazza Senatore Agostino, su cui si staglia il Palazzo Municipale (ex Convento dei Frati Minori Osservanti) sarà vocata alla danza ed al ballo.
  • Piazza Vittorio Veneto, la più grande di Gioiosa sulla quale sorge il monumento ai caduti e la storica fontana ristrutturata di recente, diventerà una sorta di crocevia dell’imprevisto dove può capitare di tutto (vedere un fachiro, un acrobata calarsi dai palazzi adiacenti, giochi di fuoco o uno spettacolo in verticale).
  • Palazzo Amaduri, costruito nel XV secolo come residenza della famiglia nobile dei Condercuri, fu ereditato nel 1694 dalla famiglia Amaduri. Attualmente è di proprietà del comune. Il suo suggestivo cortile interno diventerà un magico teatro all’aperto dove si svolgeranno gli spettacoli che necessitano di un clima più raccolto e silenzioso.
  • Largo San Rocco è antistante alla Chiesa di San Rocco, patrono di Gioiosa. La fondazione dell’edificio risale agli inizi del XVII secolo. In questo spazio potrà capitare di vedere un acrobata calarsi danzando dal campanile o una coppia di equilibristi muoversi e volteggiare su un filo sospeso per aria con una bicicletta trapezio o uno spettacolo in verticale.

Tutto il centro storico sarà teatro di improvvise scorribande delle internazionali street band e dei caratteristici percussionisti locali (suonatori di tamburi in onore di San Rocco).

3255_486968081313583_1934460161_n

1450267_688818974461825_251647760_n

10639716_847644141912640_2380728016159939033_n

gruppo_carpediem

omb

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Filament.io 0 Flares ×